E' disponibile la segnalazione dell’ARERA a Parlamento e Governo relativamente all’utilizzo delle disponibilità finanziarie dei conti gestiti dalla Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali (CSEA), stabilito dal disegno di legge di conversione del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi (DL Crescita), all’esame delle Commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera (AC. 1807)

Nella segnalazione l'Autorità evidenzia le criticità derivanti dall'applicazione dell'articolo 50 del menzionato provvedimento che, stabilisce, al comma 2, lettera q), un prelievo quantificato in 650 milioni di euro dalle somme gestite presso il sistema bancario dalla CSEA, per le finalità individuate dall'articolo 37 del medesimo provvedimento riguardante la possibilità per il Ministero dell’economia e delle finanze di entrare nel capitale sociale della NewCo Nuova Alitalia.

L’Autorità intende far presente come la misura prospettata esplichi effetti nei settori dell’energia e dell’ambiente, in particolare, limitando l’effettiva disponibilità di somme che la CSEA detiene per specifiche finalità riguardanti i medesimi settori e che sono destinate a essere poi erogate a una pluralità di soggetti per finalità di pubblico interesse (supporto alle fonti rinnovabili, efficienza energetica e risparmio energetico, agevolazioni per 3 imprese energivore, decommissioning degli impianti elettro-nucleari, ricerca del sistema energetico, bonus sociali, agevolazioni ai clienti colpiti da calamità naturali). Riducendosi le disponibilità finanziarie della CSEA, se ne comprimono i margini di flessibilità, funzionali a contemperare le molteplici esigenze di copertura finanziaria degli oneri generali di sistema, inclusa la mitigazione degli effetti per i clienti finali in caso di forti ed inattese oscillazioni dei costi di generazione o di approvvigionamento dell’energia.

Per tali ragioni, l’Autorità segnala l’opportunità che la norma sia modificata nel corso dell’iter di conversione in legge, per assumere il carattere di straordinarietà (una tantum), con riferimento esclusivo all’anno 2019, introducendo, per le ragioni esposte, un termine di restituzione delle somme disponibili presso i conti di CSEA. In ogni caso, l’Autorità richiama l’attenzione del Legislatore sulla necessità di evitare, in futuro, il ricorso a misure che dispongano il trasferimento al Bilancio dello Stato di risorse provenienti dalle tariffe di elettricità e gas per finalità diverse da quelle per le quali sono state raccolte.

Scarica la segnalazione

Segnalazione Arera su conti CSEA in DL Crescita (29 maggio 2019)



SEGUICI SU TELEGRAM

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram

 

Naviga tra i documenti - DL Crescita