Il 27 marzo è stato presentato a Milano il "Rapporto Annuale 2016 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia", curato dal Centro di Coordinamento RAEE.

Nel corso del 2016 il comparto dei RAEE ha registrato una significativa crescita dei volumi di raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, grazie all’azione di tutti i Sistemi Collettivi. Inoltre, gli accordi siglati dal Centro di Coordinamento con importanti partner hanno posto delle basi per l’attuazione di quell’Economia Circolare che è al centro del dibattito istituzionale e politico sia in Europa che in Italia.

L’analisi dei dati 2016 restituisce un quadro virtuoso della raccolta complessiva dei RAEE in Italia, caratterizzato da una crescita a doppia cifra del 14% circa. È aumentato del 5,15% anche il numero di Centri di Conferimento a disposizione dei cittadini sul territorio nazionale; nonostante permangano differenze tra le diverse aree del Paese, la zona del Sud Italia sta muovendo i primi passi per recuperare il gap accumulato negli ultimi anni.

Il Presidente del Centro di Coordinamento RAEE, Giancarlo Dezio, ha sottolineato come l’impegno del Centro di Coordinamento sia andato in due direzioni: sono stati erogati dai produttori oltre 14 milioni di euro per migliorare l’efficienza dei Centri di Raccolta e circa 1 milione 800mila euro per il potenziamento e il miglioramento dei Centri di conferimento.

Dall’altra, l’accordo di programma sottoscritto nell’aprile scorso con le aziende che gestiscono gli impianti di trattamento dei RAEE va nella direzione di creare un network capace di garantire adeguati ed omogenei livelli di trattamento per garantire standard di eccellenza nel recupero di questi rifiuti. Gli obiettivi sono non solamente permettere un corretto conferimento dei RAEE, ma anche assicurare che il loro trattamento possa dare benefici concreti all’ambiente. 

Scarica il Rapporto

Rapporto RAEE 2016 (Centro Coordinamento RAEE 27 marzo 2017)

 



SEGUICI SU TELEGRAM

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram