La Bce è cauta sull'economia

Nella riunione del 22-23 gennaio i membri del Consiglio della Bce vedevano rischi per le prospettive economiche, dal protezionismo alle tensioni geopolitiche, alle vulnerabilità dei mercati emergenti, già prima che l'emergenza coronavirus divampasse mettendo a rischio le stime di crescita per il 2020. Lo rivelano le minute della riunione pubblicate dalla Banca centrale europea. Che parlano di una possibile ripresa, ma notano: “Anche se una valutazione dei rischi più positiva potrebbe sostenere la fiducia nella ripresa e negli sviluppi economici, è stato osservato che prospettive economiche più ottimistiche devono essere comunicate con cautela”, si legge nel documento. Nella riunione di gennaio la Bce ha mantenuto invariato lo stimolo monetario. E, anche se hanno ribadito di dover valutare le misure messe in campo alla luce dei potenziali effetti collaterali, i governatori hanno mantenuto l'impegno a mantenere tassi negativi ancora a lungo, vista l'inflazione sempre ben lontana dall'obiettivo del 2%.

Il taglio del cuneo fiscale a regime vale 7mld, nodo risorse per Irpef

Il solo taglio del cuneo fiscale costerebbe, a regime 7,1 miliardi. Due miliardi in più dei fondi attualmente stanziati con la manovra, che si fermano a 5 miliardi l'anno a partire dal 2021. A certificare le risorse necessarie per mantenere la riduzione delle tasse prevista a partire da luglio per i lavoratori dipendenti fino a 40mila euro è il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, che ha invitato il governo a fare attenzione nella stesura della più complessiva riforma dell'Irpef. Il rischio, paventato da Tridico, è che un intervento sul sistema delle aliquote fatichi a sposarsi con l'attuale sistema di beneficio fiscale che, fino ai 28mila euro di reddito, ha la forma del bonus. Il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, nella relazione al Parlamento sul benessere equo e sostenibile (Bes) ha difeso intanto l'azione dell'esecutivo che, grazie alle misure dell'ultima manovra (il taglio del cuneo ma anche il rafforzamento del bonus per gli asili nido), porterà a una crescita del reddito disponibile fino a 1.500 euro nel 2021 (+2,2% quest'anno, +2,7% il prossimo). Un sentiero che il governo vuole proseguire con una ampia riforma fiscale che potrà contare sia sui proventi dell'evasione fiscale sia sugli effetti positivi su spread e spesa per interessi che derivano da una maggiore credibilità e dalla ritrovata stabilità. Per la riforma fiscale in cantiere, però, non ci sarà solo il nodo delle risorse da superare ma anche quello delle modalità con cui integrare i vari interventi. Dopo il primo incontro di venerdì scorso la maggioranza si è data due settimane di tempo per approfondire i vari modelli, quantificare le risorse necessarie e presentare delle proposte al premier, Giuseppe Conte.

Istat: indice costruzioni dicembre +1,3%

A dicembre l’Istat stima che l'indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti in termini congiunturali dell'1,3%, recuperando solo parzialmente il forte calo registrato il mese precedente. È quanto risulta dai dati Istat mentre sulla media del quarto trimestre 2019, che mostra una contrazione congiunturale dell'1,7%, incide negativamente la marcata flessione di novembre. Su base tendenziale, l'indice corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 19 di dicembre 2018) diminuisce dell'1,3%, mentre l'indice grezzo aumenta del 2,2%. Nella media complessiva del 2019, l'indice grezzo della produzione nelle costruzioni aumenta del 2,2% rispetto all'anno precedente, mentre l'indice corretto per gli effetti di calendario (nell'anno 2019 i giorni lavorativi sono stati gli stessi del 2018) registra una variazione positiva del 2,0%.

Scarica la settimana economica

Settimana Economica 15 - 21 febbraio 2020



SEGUICI SU TELEGRAM

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram